CASTELLO DI CANOSSA

MATILDE

Anno Domini 1077, Gennaio
Il perdono di Canossa

Nel pieno della lotta per le Investiture e in un inverno rigidissimo, al castello di Canossa dove Matilde ha dato asilo al Papa Gregorio VII, sale con il suo esercito l’imperatore Enrico IV per ottenere dal Papa la revoca della scomunica e il reintegro dei suoi poteri. Per tre giorni sulla neve, fuori dalla cerchia delle mura, a piedi nudi, vestito di soli panni di lana. La storia e il mondo hanno consacrato questo episodio come “Il perdono di Canossa”. Mediatrice e garante di questo “spettacolare rito” fu Matilde di Canossa. Tra coloro che erano presenti alla “umiliazione” compare un’altra figura femminile: Berta di Savoia (1051 – 1087) moglie dell’Imperatore Enrico IV.
Più di un secolo prima, nel 930, Adalberto Atto, avo di Matilde, aveva ospitato tra le mura del castello la regina Adelaide, perseguitata da Berengario e futura imperatrice d’Europa.

In tempi più vicini a noi, nel castello che era ormai diventato una “residenza” hanno lasciato la loro impronta altre presenze femminili: la duchessa di Parma Maria Luigia e la principessa Ildegonda di Baviera moglie del Duca di Modena Francesco V d’Este.

Castello di Canossa

INFORMAZIONI

Castello di Canossa e Museo Nazionale Naborre Campanini
Orario: invernale 1°novembre – 30 aprile:
tutti i giorni escluso lunedì 9.30-17.00
Chiuso il 25 dicembre.
Orario estivo 1°mag-31ott:
tutti i giorni escluso lunedì 9.30-19.00
Agosto: tutti i giorni, incluso lunedì

0522.877104 – 366.8969303
info@castellodicanossa.com
www.castellodicanossa.com